• Banner2.jpg
  • Banner7.jpg
  • Banner5.jpg
  • Banner3.jpg
  • Banner1.jpg
  • Banner6.jpg
  • Banner4.jpg

Catalogo

ETHNICA - Collana discografica di musica tradizionale originale italiana

ETHNICA SYNPHONIA - Le nuove generazioni e la musica della propria tradizione

 

LA ZAMPOGNA LUCANA

Le tradizioni musicali in Lucania. Vol. 1

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

Canti, serenate, suonate pastorali, tarantelle e altri balli e suonate eseguiti dalla zampogna a chiave con quattro canne disuguali e da altri aerofoni della tradizione pastorale della Basilicata (sud d'Italia). Registrazioni dal 1981 al 1991.
 TA001 - Durata 76' 13"- Brani 32 - 1991 - Libretto di 24 pp.

 

THE ZAMPOGNA (bag pipes) OF LUCANIA

(editor: Giuseppe Michele Gala)

The first three CD’s constitute an anthology of the musical folklore of Lucania, the regions of Basilicata, Cilento, Valle del Sele and the Pollino in Southern Italy. This ample compilation consists of 100 pieces. The first album is dedicated to the zampogna, the bag pipes and the wind instrunents of the pastoral tradition: a rich archaic repertory of song and dance executed with various types of keyed zampogne, surdulina, ciaramelle, flutes, and clarinets. Recordings from 1981 to 1991.

ORGANETTO E TARANTELLE

Le tradizioni musicali in Lucania. Vol. 2

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

L'organetto (piccola fisarmonica diatonica) è molto diffuso in Basilicata: il disco presenta esecuzioni tradizionali autentiche di tarantelle, quadriglie, balli ottocenteschi e canti rituali monodici e polifonici. Registrazioni dal 1979 al 1991.
 TA002 - Durata 78' 09"Brani 34 - 1991- -Libretto di 24 pp.

 

ORGANETTO E TARANTELLE

(editor: Giuseppe Michele Gala)

The organetto, the hand organ, in Lucania is the direct descendant of the zampogna. Produced by the small semi - artiginal industries of central Italy, it has gradually taken the place of the zampogna since the mid 19th century: The hand organ offers richer and more definite tones and harmonies, has a vivacious timbre, is easily transportable, and is always in tune and ready to use. Various tarantelle, quadriglie and older dances from the 19th century are woven with interesting vocal pieces. Recordings from 1979 to 1991.

L'ARPA DI VIGGIANO

Le tradizioni musicali in Lucania. Vol. 3

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

Un interessante repertorio irripetibile degli ultimi due suonatori d'arpa di Viggiano e un ampio panorama della liuteria tradizionale lucana, con brani di chitarra battente dell'area cilentana, di violino, mandolino e chitarra. Registrazioni dal 1980 al 1991.
 TA003 - Durata 75' 43" - Brani 34 - 1991 - Libretto di 20 pp.

   

THE HARP OF VIGGIANO

(editor: Giuseppe Michele Gala)

Viggiano, an agricultural and pastoral center in the Agri Valley in Lucania, was famous in Italy and abroad for being the production center of portable harps, arpicelle, and the home of many ambulatory musicians. The disc presents an interesting repertory of rediscovered harpists and an ample panorama of the traditional instrumental production of Lucania (the guitar battente from the Cilentano area, the violin, the mandolin, and guitar. Recordings from 1980

BALLI TRADIZIONALI IN UMBRIA

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

Il disco presenta una grande varietà di repertori etnici che fanno dell'Umbria un crocevia di influenze coreutiche diverse (saltarello, tarantella, manfrina, trescone, scotis, ballo della sala, sor Cesare, paroncina, furlana, ecc.). Registrazioni dal 1987 al 1992.
 TA004 - Durata 78' 54" - Brani 42 - 1992 - Libretto di 20 pp.

    

TRADITIONAL DANCES OF UMBRIA

(editor: Giuseppe Michele Gala)

In the Italian ethnochoreutic panorama, Umbria was one of the least explored regions, due in part to the progressive dispersion of the practice of popular dance. But a difuse musical memory remains, and the disc demonstrates a great variety of repertories, a historical testimony that makes Umbria a crossroads of diverse choreutic influences (saltarello, tarantella, manfrina, trescone,etc.) Recordings from 1987 to 1992.

SALTARELLA DELL'ALTA SABINA

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

L'affascinante e vivace saltarella dell'alta Sabina, suonata con zampogna, organetto e tamburello qui vive insieme ad altri balli (ballo della sala, quadriglie, valzer,ballo del canto, mazurke e marcette). Registrazioni dal 1988 al 1993.
 TA005 - Durata 77' 40" - Brani 24 - 1993 - Libretto di 20 pp.

    

SALTARELLA OF THE SABINA

(editor: Giuseppe Michele Gala)

The Alta Sabina, a part of the Abruzzo region for centuries, conserves still today traces of an original pastoral tradition with influences from the regions of Lazio and the southern Marches due to centuries of transumation The pride of the amatriciana area is the vivacious saltarella, which is danced to the sounds of the organetto, the hand organ, the tamburello, and a particular type of zampogna, the ciaramella, which has only two sound pipes. Ballo del canto, ballo della sala and quadriglie complete the panorama together with the valzer, mazurke, and marcette. Recordings from 1988 to 1993.

BALLI POPOLARI IN ABRUZZO

Vol. 1: saltarella e spallata dell'area frentana

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

Ampia antologia etnomusicale di balli popolari del sud dell'Abruzzo (saltarella, spallata, 'ntriccicariello, serpetille, isciana, sciottë, cotta, danzo, tre passi, ecc.) prevalentemente eseguiti con l'organetto. Registrazioni dal 1981 al 1993. 
TA006 - Durata 78' 58" - Brani 33 - 1993 - Libretto di 24 pp.

    

FOLK DANCES OF THE ABRUZZO

Vol. 1. FSaltarella and spallata in Frentan region

(editor: Giuseppe Michele Gala)

An ample ethnomusical anthology of the popular dances of the southern Abruzzo. The Frentana region is one of the most interesting for the number, variety, and the physiognomy of the dances still in use (saltarella, spallata, ‘ntricciariello, valzer scambiato, mazurka scambiato, serpetille, isciana, sciottë, cotta, danza, tre passi. The hand organ is the instrument which predominates in the Abruzzo. Recordings from 1981 to 1991.

VIOLINI E SERENATE A CANOSA

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

Un'affascinante suite di brani di danza (tarantelle, quadriglie, scotinë, valzer, polke, mazurke, beghine, tanghi e slow) suonati come serenata (matënètë) in Puglia. Il violino ne è lo strumento principale. Registrazioni dal 1979 al 1992.
 TA007 - Durata 79' 03" - Brani 33 - 1993 - Libretto di 20 pp.

   

VIOLINS AND SERENADES IN CANOSA

The traditional music of Puglia. Vol 1.

(editor: Giuseppe Michele Gala)

The populous centers of Puglia once were characterized by grand musical ensembles, small dance orchestras and fervent instumental schools composed principally of craftsmen. These artisans, musically literate, adapted the antique serenade (matënètë) in fascinating suites of dance music. The disc presents tarantelle, quadriglie, scotinë,valzer, polke, mazurka, beghine, tanghi, and slow taken from rituals of the serenade still in use. Recording from 1979 to 1992.

'A CANTATA DI LI PASTURI

(a cura di Mario Sarica e Nuccio Lo Castro)

Canti monodici e polifonici con suonate strumentali della tradizione del Natale nella provincia di Messina, forte segno di una profonda simbiosi fra musica e religiosità popolare in Sicilia. Registrazioni dal 1984 al 1993.
 TA008 - Durata 77' 18" - Brani 31- 1993 - Libretto di 20 pp.

   

SONG OF THE SHEPHERDS

('A cantata di li pasturi)

(editor: Mario Sarica and Nuccio Lo Castro)

Vocal and instrumental pieces from the Christmas tradition in the province of Messina, with an wide and varied panorama of monovocal and polivocal pieces (ninne nanne, litanie, novene ) and instrumental pieces (pastorali with bag pipes). The collection demonstrates the profound roots of the rich culture of Christmas in the popular religious traditions. Recordings from 1984 to 1993.

VECCHI BALLI DI ROMAGNA

Vol. 1: Saltarelli, furlane e vecchio "liscio"

(a cura di Galtiero Gori e Giuseppe M. Gala)

Musiche da ballo (manfrine, saltarelli, furlane, russiani, vinchia, giga, scotis, bolognese, lavanderina, ballo della mela, galoppo e vecchio "liscio") dalla memoria autentica della Romagna. Registrazioni dal 1970 al 1994.
 TA009 - Durata 77' 10" - Brani 33 - 1994 - Libretto di 20 pp.

 

TRADITIONAL DANCES OF ROMAGNA

(editor: Gualtiero Gori and Giuseppe Michele Gala)

The disc is the fruit of a capillary investigation into the remains of the traditional dances of Romagna. The memories of former musicians and dancers has brought to life manfrine, saltarelli, furlane, russiano, vinchia, giga, scotis, bolognese, lavanderina, ballo della mela, galoppo, etc. The anthology also examines the old liscio dances from the end of the 19th century and the early 20th century. Recordings from 1970 to 1994.

I DÖLI DU SIGNURI

(a cura di Mario Sarica e Giuliana Fugazzotto)

Canti monodici e polifonici della Settimana Santa in Sicilia. Passione, Via Crucis e Resurrezione attraverso il canto paraliturgico e la cultura religiosa tradizionale. Registrazioni dal 1979 al 1992. 
TA010 - Durata 74' 55" - Brani 32 - 1994 - Libretto di 20 pp.

 

THE SORROWS OF THE LORD

(I dôli du signuri)

(editor: Mario Sarica and Giuliana Fugazzotto)

As with Christmas, the Passion and Death of Christ have long stimulated the popular musical creativity in various compositions. The album presents research documents from the provinces of Messina, Enna, and Catania: monovocal and polivocal songs from the rituals of Holy Week in Sicily. The Passion, the Stations of the Cross, and Resurrection, through the liturgical songs and the traditional religious culture. Recordings from 1979 to 1992.

BALLI POPOLARI IN ABRUZZO

Vol. 2: la saltarella del teramano.

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

Antologia etnomusicale dei balli popolari della parte settentrionale dell'Abruzzo, dove È elevata l'arte musicale dell'organetto (du' bottë: saltarella, laccio d'amore, ballo dell'insegna, denze, polka figurata, ballo della della sala, quadriglia). Registrazioni dal 1982 al 1998. 
TA011 - Durata 78' 56" - Brani 33 - 1998 - Libretto di 24 pp.

   

FOLK DANCES OF THE ABRUZZO

Vol. 2. Folk music from the Teramo

(editor: Giuseppe Michele Gala)

Ethnomusical anthology of popular dances from the northern Abruzzo, an area which conserves the most prestigious and difuse tradition of the du’ bottë, the Abruzzese double base hand organ still produced by several workshops. Together with the saltarella, other ethnic dances appear (laccio d'amore, ballo dell'insegna, denzë, polka figurata, ballo della sala, ballo del merlo, etc). There is also an exemplary selection of valzer, polka, & marurka of local origins. Recordings from 1982 to 1998.

CUMPAGNU TI MANNU LU SIGNURI

(a cura di Mario Sarica e Giuliana Fugazzotto)

Il disco contiene una preziosa collezione di canti e orazioni di mietitura e di trebbiatura dell'isola, sia in forma monodica che polifonica, con alcuni documenti storici dell'Archivio di Etnomusicologia dell'Accademia Naz. di S. Cecilia di Roma. Registrazioni dal 1955 al 1994.
 TA012 - Durata 63' 56" - Brani 31 - 1994 - Libretto di 20 pp.

 

COMPANION, I SEND YOU THE LORD

(Cumpagnu ti mannu lu signuri)

(editor: Giuseppe Michele Gala)

In Sicily grain is the emblem of survival; to it are linked ritual forms of protection and inauguration. The disc contains a precious collection of songs and orations of the harvest and threshing of grain, in both monovocal and polivocal forms. Several pieces come from the ethnomusical archives of the National Academy of Saint Cecelia in Rome. Presentation by R. Leydi. Recordings from 1955 to 1994.

TRESCONE A VEGLIA

Balli tradizionali della Toscana: vol. 1 - Maremma

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

Una interessante testimonianza della tradizione etnomusicale della Maremma, terra di transumanze invernali che hano lasciato segni di sincretismo coreo-musicale con le zone di provenienza dei pastori e boscaioli (trescone, veneziana, galletta, ballo del riccio quadriglia, sciotis, ballo dei gobbi, ballo della sorte, ballo del chiamo, canti di carnevale, ecc.). Registrazioni dal 1981 al 2001.
 TA013 - Durata 71' 23" - Brani 37 - 2001 - Libretto di 28 pp.

 

TRESCONE A VEGLIA

Traditional dances of the Tuscan Maremma

(editor: Giuseppe Michele Gala)

The Maremma is the south-western part of Tuscany and is an area of great interest. For centuries it has been host to the seasonal migrations and cultural exchanges with the Apennine regions. Today in fact it preserves many customs that have been lost in other area. The musical and choreutic patrimony is rich with pieces such as trescone, veneziana, ballo dei gobbi, galletta, quadriglia, scotis, ballo del chiamo, etc). Recordings from 1982 to 1993.

FESTE E TAMBURI IN CAMPANIA

Campania 1: balli sul tamburo, ballintrezzo e 'ndrezzata

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

Dalla magia dei carnevali e delle feste religiose della Campania, le profonde sonorità di tamburo, castagnette e voci nei canti e nei balli (tarantella, ballo 'n copp'o tammurrë , ballintrezzo e 'ndrezzata.).Registrazioni dal 1981 al 1996.
TA014 - Durata 78' 53" - Brani 14 - 1999 - Libretto di 24 pp.

   

FESTIVALS AND TAMBURINES IN CAMPANIA

(editor: Giuseppe Michele Gala)

In Campania, the region of Naples, the calendar is studded with ethnic festivals with interesting anthropological aspects. The carnivals and the religious festivals of this magical and hidden South are present in this album with their profound sonority: The tamburine and the castanetts travel through the various musical and choreutic styles of the tarantella, the ballo ‘n copp’o tammurrë and the ballintrezzo. Recordings from 1981 to 1996.

BALLOS SARDOS (vol. 1)

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

Tra le regioni italiane la Sardegna è la "riserva" etnomusicale ed etnocoreutica più viva e ricca. Il disco è una prima significativa antologia dei suonatori (Burranca, Vercellino, Chessa, Medde, Marongiu, Fulghesu, ecc.), degli strumenti (launeddas, benas, organittu, ghitterra, tamburrinos, ecc.) e dei balli (tundu, passu torrau, durdurinu, dillu, logudorea, arroxiada, passu e trese, campidanesa, ecc.). Registrazioni dal 1987 al 1997.
 TA015 - Durata 78' 47" - Brani 25 - 1997 - Libretto di 28 pp.

 

SARDINIAN DANCES

(editor: Giuseppe Michele Gala)

Sardinia today offers the richest and most lively ethnomusical and ethnochoreutic patrimony in Italy. Its insularity has helped maintain the cultural identity of Sardinians. The disc is the first in a significant anthology of the musicians (Burranca, Vercellino, Chessa, Fulghesu, ecc,), of the instruments (laundeddas, benas, organittu, ghitterra, tamburrinos, etc) and the dances (tundu, passu torrau, durdurinu, dillu, logudoresa, arroxiada, passu e trese, campidanesa, etc). Recordings from 1987 to 1997.

MUSICA DA BALLO IN SICILIA

Vol. 1. (a cura di Mario Sarica e Giuliana Fugazzotto)

L'album è una miscellanea di brani musicali per ballo (contraddanze, quadriglie, tarantelle, scotis, balletti, valzer, polke e mazurke). Esecuzioni degli immigrati in America (1916-1939) e dei suonatori in Siclia oggi. Registrazioni dal 1916 al 1996.
 TA016 - Durata 74' 41" - Brani 27 - 1996 - Libretto di 20 pp.

 

MUSIC FOR THE DANCE IN SILICY

(editor: Mario Sarica e Giuliana Fugazzotto)

The album is a mixture of music for the dance performed in the last 80 years in various parts of Sicily. In addition to the performances recorded during recent research, the album presents historic recordings taken from old records produced by immigrants in America from 1916 to 1939. Contraddanze, quadriglie, tarantelle, scotis, balleti, valzer, polke, and mazurke present an initial inventory of the ethnochoreutic traditions of Sicily.

VECCHI BALLI DI ROMAGNA

Vol. 2: manfrine, quadriglie e vecchio "liscio"

(a cura di Giuseppe M. Gala e Gualtiero Gori)

Dalla memoria di anziani suonatori e ballerini documenti prezioni (saltarelli, manfrine, furlane, quadriglie, veneziane, galletto, roncastalda, trescone, ballinsei, vanderina, ecc.) di musica etnica originale. Recupero di ciò che resta della memoria musicale romagnole precedente al "ballo liscio" industriale e televisivo. Registrazioni dal 1970 al 1997.
 TA017 - Durata 78' 55" - Brani 33 - 1998 - Libretto di 24 pp.

 

TRADITIONAL DANCES OF ROMAGNA

(editor: Giuseppe Michele Gala and Gualtiero Gori)

This disc continues the musical explorations of the liscio dances of Romagna, among the many tradtitional dances that were in use up to the Second World War and that still exist today in the memories of elderly musicians and dancers. (saltarelli, manfrine, furlane, quadriglie, veneziane, galleto, roncastalda, trescone, ballinsei, vanderina, etc) These are important recordings, when one considers the gradual disappearance of the archaic musical forms. Recordings from 1970 to 1997.

TARANTELLE E MASCHERE

Balli e canti tradizionali in Irpinia - vol. 1

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

L'Irpinia è terra ricca di riti carnevaleschi, tra i quali grande importanza assumono alcune danze. Lunghe e folli tarantelle con batticulo, quadriglia, valzer, polka e mazurka eseguite da voci, organetti, clarini e tamburi. Registrazioni dal 1984 al 1999. 
TA018 - Durata 76' 47" - Brani 20 - 1999 - Libretto di 24 pp.

   

TARANTELLE AND MASKS

(editor: Giuseppe Michele Gala)

The region of Irpinia, in the province of Avellino east of Napoli, is the area in Italia with the greatest intensity of carnival rituals, including processional dances. Lengthy and spirited tarantelle dances with traditional masks weave their way through villages. The disc also presents other dances (batticulo, quadriglio, valzer, polka, & marzurka) and various songs performed with the hand organ. Recordings from 1984 to 1999.

SUONI DI CANTO

Balli e canti tradizionali in Irpinia - vol. 2

(a cura di Giuseppe Michele Gala e Tiziana Miniati)

Un'interessante e significativa antologia di canti popolari irpini: serenate, canti a tarantella, stornelli e canti religiosi in forma monodica e polifonica. Alcuni brani a ballo (mazurka, zumparella, tarantella ) si intercalano con i canti, imitando un vecchio modo di fare la serenata. Registrazioni dal 1984 al 1999.
 TA019 - Durata 76' 57" - Brani 18 - 1999 - Libretto di 20 pp.

 

SUONI DI CANTO

Traditional songs and dances of Irpinia Vol 2.

(editor: Giuseppe Michele Gala and Tiziana Miniati)

Irpinia remains today a grand depository of traditional music: The cd presents tarantella songs, stornelli, and serenades with hand organ, polivocal songs, and instrumental dance pieces (polka, valzer, tarantella, ecc.) Recordings from 1984 to 1999.

SUONI D'IRPINIA

Balli e canti tradizionali in Irpinia - vol. 3

(a cura di Giuseppe Michele Gala e Paolo Apolito, prefazione di Giovanni Giuriati)

Terza antologia di significativi canti della cultura contadina e pastorale dell'Alta Irpinia : serenate, matinate, calascionata, scumparatora, canti d'amore, allusivi, natalizi, lavorativi. S'intrecciano - come spesso accade in questa collana - intererssanti brani a ballo (tarantelle, quadriglia, mazurka figurata ) con presenza del canto. Registrazioni dal 1998 al 2000. TA020 - Durata 78' 58" - Brani 19 - 2000 - Libretto di 20 pp.

   

SONGS OF IRPINIA

Traditional songs and dances of Irpinia Vol 3.

(editor: Giuseppe Michele Gala and Paolo Apolito)

Another interesting collection of music from Irpinia: Especially present are the songs of serenata and songs to accompany the tarantella. Also present are songs of love, of allusions, of Christmas, and of carnival, often accompanied by hand organ and accordion. Recordings from 1998 to 2000.

LA TARANTELLA DEL GARGANO

Le tradizioni musicali i Puglia - vol. 2

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

Nella storia dell'etnomusicologia italiana Carpino, piccolo paese sul Gargano, evoca una specie di mito delle sonorità antiche ed eccezionali. Melodie forse di influenza araba o slava, che scivolano anche sul quarto di tono e vengono colorite con voci particolarissime, col caratteristico suono della chitarra battente, della chitarra francese, delle castagnole e del tamburo. L'antologia presenta anche repertori interessanti di altri centri del Gargano. Oltre alla musica di matrice rurale vi sono tarantelle, quadriglie, mazurke e valzer fiorato provenienti dalla liuteria della fascia artigiana (violino, mandolino e banjo). Registrazioni dal 1980 al 1989.
 TA021 - Durata 76' 57" - Brani 18 - 1999 - Libretto di 24 pp.

  

LA TARANTELLA DEL GARGANO
(The tarantella of the Gargano)

The traditional music of Puglia. Vol 2.

(editor: Giuseppe Michele Gala)

An ample collection of songs for serenata and tarantella in the fascinating melismatic style of the peasant culture of the Gargano, to the sounds of the chitarra battente, chitarra francese, castagnole, & tamburo. There are also pieces from the artisan world (tarantella, quadriglia, valzer fiorato) with mandoline and violin. Recordings from 1980 to 1988.

CANTIGOS A CHITERRA

Vari canti a chitarra del Logudoro in Sardegna
(a cura di Andrea Carpi)

Dal Logudoro in provincia di Sassari un’accurata selezione di canti su chitarra della tradizione improvvisativa poetico-canora e di virtuosistiche esecuzioni per chitarra sarda. Il compact disc può essere accompagnato da un ampio studio sul sistema tradizionale di competizione poetica. Introduzione di Bernard Lortart-Jacob. Registrazioni dal 1980 al 1988.
 TA022 - Durata 70' 59" - Brani 12 - 2002 - Libretto di 24 pp.

   

 CANTIGOS A CHITERRA

(editor: Andrea Carpi)

In Sardinia, in the town of Logudoro in the province of Sassari, a collection of songs for guitar of the improvisational tradition of poetry and the virtuostic execution of the sardinian guitar. The CD can be accompanied by an ample studio on the traditional system of poetry competitions. Introdution of Bernard Lortart-Jacob
Recordings from 1980 to 1988.

PIZZICA TARANTA

Musiche e balli tradizionali del Salento

Le tradizioni musicali i Puglia - vol. 3
(a cura di Giuseppe Michele Gala)

Il tarantismo affascina da secoli studiosi e musicologi, ma il ballo terapeutico è stato vissuto dalla gente del Salento come un esorcismo liberatorio di un disagio individuale e collettivo. Le molte versioni di pizzica tarantata, pizzica pizzica, pizzica-scherma, scotis, quadriglia ed altri balli rappresentano una documentazione preziosa, registrata sul campo nei primi anni ‘80 dai diretti testimoni di un folklore musicale allora morente. Registrazioni dal 1980 al 2001.
TA023 - Durata 73' 35" - Brani 25 - 2003 - Libretto di 28 pp.

   

PIZZICA TARANTA

(editor: Giuseppe Michele Gala)

Instrumental and vocal pieces of the Salento region in Apulia. Pizzica tarantata, pizzica pizzica, pizzica-scherma, scotis, quadriglia and other dances from the land of the tarantismo. A precious documentation recorded in the early 1980's from direct witnesses of a disappearing musical folklore.
Recordings from 1980 to 2001.

TOMMA TOMMË

Musiche e canti dalla Murgia dei trulli

Le tradizioni musicali in Puglia - vol. 4
(a cura di Massimiliano Morabito)

La ricerca etnomusicale in terra di Puglia continua con la presentazione di canti e musiche da ballo di un'area di transizione fra alto Salento, valle d'Itria e Murgia meridionale. A differenza di altre aree, questa ha conservato una ricca e insperata memoria degli anziani. Ai balli ( pizzica pizzica, scozjë, polka rossa, quadriglia) si associano serenate, stornelli, canti narrativi, di lavoro e ninna nanne. Registrazioni dal 1999 al 2004. 
TA024 - Durata 73' 16" - Brani 24 - 2004 - Libretto 32 pp.

   

TOMMA TOMMË

Music and songs from the Murgia, with its famous Trulli

The musical traditions of Apulia – vol. 4.
(edited by Massimilian Morabito)

Ethnomusical research continues in Apulia with the presentation of songs and dance music from an area of transition among the upper Salento, the valle d’Itria, and the southern Murgia. Unlike other areas, the territory has conserved a rich and inspired historical memory by the elderly. Dances like pizzica pizzica, scozjë, polka rossa, quadriglia survive along with serenades, satirical songs, narrative songs, work songs, and lullabies. Recordings from 1999 to 2004. 
TA024 -Duration 73' 16"- Selections 24 - 2004 - Booklet 32 pp.

BALLI POPOLARI IN ABRUZZO

Vol. 3: Musica tradizionale dalla Majella e dalla Val Pescara

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

L'Abruzzo è terra sorprendente, riserva al ricercatore tanti repertori e una vivace creatività popolare. Da una terra centrale e di confluenza culturale della regione una ricca antologia di musiche da ballo: vari brani di saltarella, ballarella, quadriglia, tre passi, danzo, scossë, valzer, polka e mazurka sono eseguiti spesso da anziani suonatori in veccho stile musicale sono oggi documenti irripetibili. Registrazioni dal 1982 al 2005.
 TA025 - Durata 78' 05" - Brani 36 - 2004 - Libretto 32 pp.

   

FOLK DANCES OF THE ABRUZZO

Vol. 3. Folk music from the Majella and the Val Pescara

(editor: Giuseppe Michele Gala)

The Abruzzo is a surprising territory which offers researchers many repertories and a lively folk creativity. In this central region, a cultural crossroads, comes a rich anthology of dance music: various strains of dances such as

saltarella, ballarella, quadriglia, tre passi, danzo, scossë, valzer, polka e mazurka

Many of the pieces are performed by older musicians, in a traditional style which makes the recordings irreplaceable today.

CHILLA STELLUCCIA MIA

Canti tradizionali in Abruzzo

(a cura di Domenico Di Virgilio)

Un'antologia di vari generi canori dell'Abruzzo. Dal mondo contadino canti polivocalici e monodici registrati in situazioni e funzioni diverse, eseguiti secondo i tradizionali modi a rischio oggi di scomparsa: questo rende i documenti presentati parzialmente irripetibili. Registrazioni dal 1985 al 1995.
TA026 - Durata 65' 36" - Brani 20 - 2006 - Libretto 32 pp.

   

 

 

 

 

M'OLI TIN PASSIUNA
(Con tutta la passione)

Giovanni Avantaggiato: suoni e canti di Corigliano d'Otranto

Le tradizioni musicali in Puglia - vol. 5
(a cura di Giuseppe Michele Gala)

Primo cd "personale" dedicato ad un suonatore di organetto di un paese della Grecìa Salentina, depositario di una vasta tradizione di canti, eseguiti con altri anziani o con la moglie Angela: canti polifonici in "griko" a paravoce, arie di lavoro (di trainieri, di frantoio, di aratura), vari motivi di stornelli e canti a serenata. Immancabili anche vari brani strumentali da ballo: pizzica pizzica, scotis, quadriglia, valzer a striscio, polka e mazurka. Registrazioni dal 1988 al 2005.
 TA028 - Durata 72' 12" - Brani 30 - 2006 - Libretto 32 pp.

   

M'OLI TIN PASSIUNA
(With all my passion)

Music and songs of Corigliano d’Otranto

The musical traditions of Puglia – vol. 5
(edited by Giuseppe Michele Gala)

The first “personal” CD dedicated to a hand organ player of the Greek-influenced Salento area in Apulia. He is a font of a vast tradition of songs, performed with other elders or with his wife Angela, multi-voice songs in “griko” in a paravoce style, work songs from cart drivers, olive mill workers, and plow songs), various satirical songs, and serenades. Not to be missed are dance pieces such as: pizzica pizzica, scotis, quadriglia, valzer a striscio, polka e mazurka. Ricordings from 1988 to 2005.
TA028 - Length 72' 12" – Selections 30 - 2006 – Booklet 32 pp.

BOGHES E CHITERRA

Canti a chitarra del Logudoro
Gianni Denanni, Antonio Porcu e Tore Matzau
(a cura di Giuseppe Michele Gala)

Dal Logudoro e Anglona in provincia di Sassari tre fra i migliori cantadores del canto a chitarra e un virtuoso Tore Matzau alla chitarra sarda presentano una significativa selezione di canti su chitarra della tradizione improvvisativa poetico-canora e di virtuosistiche esecuzioni tipici della "gara". Registrazioni del 2007.
 TA029 - Durata 76' 45" - Brani 10 - 2007 - Libretto di 32 pp.

     

BALLOS SARDOS (vol. 2)

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

Anche questa vuole dare un sguardo tridimensionale alla situazione musicale attuale: in un'unica collezione sono presenti una rassegna degli strumenti musicali, una varietà dei repertori da ballo e una rappresentatività delle varie aree subregionali della Sardegna.
Registrazioni dal 1995 al 2009. TA030 - Durata 1h 18' 57'' - Brani 22 - 2009 - Libretto 36 pp.

   SARDINIAN DANCES

(editor: Giuseppe Michele Gala)

BELLINA CHE TE PIACE L'ALLEGRIA

Canti e balli marchigiani della Valle del Chienti

(a cura di Giuseppe Michele Gala)

Primo cd dedicato alla tradizione musicale delle Marche. Dalla media valle del Chienti nel Maceratese virtuose suonate di saltarelli e castellane, ma anche canti di lavoro, stornelli a serenata e a dispetto, ballate e canti a vatoccu eseguiti con modalità vocali contadine". Registrazioni dal 1979 al 2008.
 TA031 - Durata 78' 47" - Brani 19 - 2007 - Libretto di 36 pp.

 

BELLINA CHE TE PIACE L'ALLEGRIA 

CALABRIA 1 STRUMENTI

Zampogna e doppio flauto

(a cura di Roberta Tucci)

Panorama etnomusicale della zampogna in Calabria. Ristampa del vinile omonimo della collana "I suoni" (Fonit Cetra).
 Averlo ripubblicato dopo 30 anni nella collana "Ethnica" rappresenta una scelta editoriale che vuole essere lungimirante.
Registrazione 1977-78. TA032 - Durata 78’ 05” - Brani 17 - 2009 - Libretto di 75 pp.

 

     

ARIA STISA

Canti di contadine e trattoristi a Torchiarolo

(a cura di Enza Pagliara)

Raccolta di canti a cappella in monodia e polifonia del Salento: canti ad aria e a distesa (aria stisa, appunto), canti narrativi, stornelli, canti religiosi e di lavoro eseguiti da voci impostate per cantare nei campi con emissioni "di testa" e adeguato uso del fiato. Registrazioni del 2007.
 TA034 - Durata 1h 1' 48" - Brani 21 - 2008 - Libretto di 32 pp.

   

 ARIA STISA

PIZZICA, CALATA, NCHJANATA...

Le suonate di Luigi Nigro, musicista popolare della Calabria

(a cura di Antonello Ricci)

Luigi Nigro, pastore di capre di Amica, contrada di Rossano (CS), è nato in Francia nel 1970 a Villiers le Bel, nei pressi di Parigi, dove i suoi genitori erano emigrati. Musicista, suona la zampogna surdulina (ciaramedda), la chitarra battente, il mandolino, l'organetto a due e a quattro bassi, il flauto dritto (frischiettu), il tamburello.
Una parte rilevante del repertorio è costituita da un'ampia e articolata serie di brani per zampogna direttamente collegati all'allevamento del bestiame.
Registrazioni dal 2005 al 2010.
 TA036 - Durata 1h 3' 16" - Brani 29 - 2011 - Libretto di 36 pp.

   

PIZZICA, CALATA, NCHJANATA...

ETHINCA SYMPHONIA

   

SONIDOS FLAMENCOS

Cantes y guitarra flamenca di Tomás De Los Reyes

(palmas y castañuelas de Maria Elena Villar Gonez)

Suggestive interpretazioni di molti generi canori che fanno parte della complessa famiglia musicale del flamenco (siguiriya, granainas, alegrias, taranto, farruca, bulerias, malagueña, campanilleros, martinete, sevillanas). Nella voce di Tomás tutta la nostalgia per la terra lontana

ES001 - Durata 75' 37" - Brani 15 - 2001 - Libretto di 16 pp.

   

FLAMENCO SOUNDS

Songs and flamenco guitar of Tomás De Los Reyes.
Clapping and Castañuelas by Maria Elena Villar Gonez

Moving interpretations of many song types which make up the complex musical family of flamenco (siguiriya, granainas, alegrias, taranto, farruca, bulerias, malagueña, campanilleros, martinete, sevillanas). The voice of Tomás captures his nostalgia for his homeland far away.

BONASERA BBONA GGENDE

Canti e musiche dall'Abruzzo
Li Sandandonjirë

(a cura di G. M. Gala e G. Spitilli)

Allegre esecuzioni in gruppo di canti rituali per la questa di Sant'Antonio Abate, ancora oggi molto in uso in Abruzzo a gennaio. Le virtuose esecuzioni di brani a ballo (saltarelle, quadriglie, polke e mazurke) e il carattere improvvisativo dei canti rigorosamente dal vivo e con abbondanti bevute di vino, fanno di questo cd un efficace antidepressivo.
ES002 - Durata 78' 37" - Brani 21 - 2004 - Libretto di 32 pp.

   

GOOD EVENING GOOD PEOPLE.

Songs and music of the Abruzzo.

(editor G.M. Gala & G. Spitilli)

 Festive group renderings of ritual songs for the Caroling Collective of Saint Anthony the Abbot, still an important January tradition in Abruzzo.These virtuoso renderings of dance tunes (saltarelle, quadriglie, polke and mazurke) and the improvised nature of the songs rigorously performed live and with abundant servings of wine, make this cd an effective anti-depressant.

BALLU A ISKINA

Ballos sardos se Tore Delussu

(a cura di G. M. Gala)

Tore Delussu è nato e vive a Dorgali sulla media costa orientale della Sardegna, fra Baronìa e Ogliastra. Ha iniziato da ragazzo a suonare l'organetto e si è appassionato e specializzato progressivamente nella pratica dello strumento, diventando uno dei suonatori più abili e virtuosi della Sardegna.
Dei balli proposti, cinque sono tipicamente dorgalesi eseguiti con grande abilità da Tore. Intorno altri brani esemplari e ben rappresentativi della ricchezza musicale dell'isola.
ES003Durata 1h 18' 14" - Brani 18 - 2012 - Libretto di 20 pp.

     
Info Utilità Con noi Contatti
Mappa del sito
Domande frequenti
Notizie
Recensioni
Catalogo
Blog
Download
Link
Gallery
Facebook
Twitter
You Tube
Multimedia
Contattaci