• Banner3.jpg
  • Banner7.jpg
  • Banner5.jpg
  • Banner2.jpg
  • Banner4.jpg
  • Banner1.jpg
  • Banner6.jpg

SUSSULTI DI DANZA - I balli tradizionali dagli Appennini alle Alpi

BERGAMO, 28 maggio 2022
h. 15,30 – 19,30, presso "La tana del Gioppino", Via Celadina, n. 5 - 24020 GORLE (BG)
 
Viaggio nelle danze collettive di EMILIA e LOMBARDIA (Val Camonica)
Siamo giunti al quarto appuntamento di questo nuovo percorso didattico nel mondo delle danze tradizionali delle regioni settentrionali del nostro Paese. Nonostante la dispersione di gran parte del patrimonio etnografico della civiltà contadina e pastorale dei secoli scorsi, sono rimaste delle "isole di resistenza folklorica" anche in un nord a intensa vocazione industriale e turistica. Noi siamo andati a cercare e documentare vari repertori ancora attivi o recuperati dal ricordo e dall'esecuzione dei testimoni diretti di pratiche dismesse da decenni.
Da questi giacimenti della memoria abbiamo estratto alcune danze che si eseguono in gruppo nelle situazioni di festa o di ritrovo sociale.
Le danze emiliane
Partito dalle ricerche di Stefano Cammelli e Dina Staro della fine degli anni '70, l'interesse per le danze emiliane si è concentrato soprattutto verso l'Appennino bolognese. Solo in seguito abbiamo allargato i terreni di esplorazione, prevalentemente in zone montane, con puntate episodiche nel Modenese, nel Parmense e nell'Imolese. Si tratta di danze di interessante permanenza storica, dalle gighe al ballo di Mantova, dalla veneziana al ballo dei gobbi, dalla tresca alle monferrine. Vi sono zone in cui si sono conservati pochi balli "staccati" ed altre in cui si addensano molte danze, costruite spesso da differente costruzione di figurazioni di base: tonda, balletto, giro di braccia, ecc.
I balli della Val Camonica
Nella lunga valle in provincia di Brescia si sono conservate alcune danze, si tratta prevalentemente di balli gioco: ballo dello scopa, dello specchio, dei segni, dell'orso, ecc.. Alcuni di essi li eseguiremo proprio per creare un'atmosfera giocosa a fine di questo primo ciclo di incontri.
Le danze verranno insegnate nella loro forma originale, inoltre vi sarà una sezione teorica nella quale parleremo di notizie storiche e antropologiche e vedremo i video originali dei balli insegnati.
 
PROGRAMMA
Sabato 28 maggio 2022
- h. 15,00: Iscrizioni
- h. 15,30: Lezione di ballo
- h. 17,30: Lezione teorica e video
- h. 18,15: Lezione di ballo
- h. 19,30: chiusura del Laboratorio
- h. 20,00: cena collettiva
- h. 21,30: intrattenimento musicale e danzante
 
REPERTORIO DIDATTICO
Balli popolari dell'Emilia: Vin Mingon, saltarello montanaro, manfrina dell'Appennino modenese, baraben, ballo dei gobbi, manfreina con vitadoro, manfrone o Patrioti, galoppa, galletto.
Balli della Val Camonica (da effettuarsi durante la festa serale): Ballo della scopa, ballo dei segni.
 
DOCENTI
prof. Pino Gala, antropologo della danza
curriculum: http://www.taranta.it/.../149-giuseppe-pino-michele-gala...
dr. Tiziana Miniati, ricercatrice
curriculum: http://www.taranta.it/.../curricula/160-tiziana-miniati.html
 
AVVISI
- Le attività si svolgono rispettando la normativa vigente anticovid.
- Numero limitato di partecipanti (in rapporto alla superficie della sala).
 
INFORMAZIONI & ISCRIZIONI
Per partecipare al laboratorio bisogna prenotarsi (per telefono o mail) e compilare un modulo di iscrizione (da richiedere alla segreteria).
Segreteria, iscrizioni e info sul repertorio didattico: 347-5000000 (Pino), 347-6194866 (Tiziana) – Mail: taranta@taranta.it
Info logistica: 320-5561316 (Enzo) – Mail: gruppogioppiniitalia@gmail.com
* * *
ORGANIZZAZIONE: Gruppo Folk "I Gioppini" di Bergamo e Ass. Cult. Taranta di Firenze
PATROCINI: FITP e IOV
Info Utilità Con noi Contatti
Mappa del sito
Domande frequenti
Notizie
Recensioni
Catalogo
Blog
Download
Link
Gallery
Facebook
Twitter
You Tube
Multimedia
Contattaci