• Banner6.jpg
  • Banner2.jpg
  • Banner5.jpg
  • Banner1.jpg
  • Banner4.jpg
  • Banner3.jpg
  • Banner7.jpg

    

Gori Gualtiero - La società dei marinai (La sucità di marinér)

Canti popolari dei pescatori di Bellaria Igea marina e balli di tradizione della Romagna eseguiti dall'Uva Grisa, Rimini, Panozzo Editore, 2008, pp. 96.

Nell'intenzioni dell'autore è prevista una pentalogia di volumetti che accompagnano altrettanti cd musicali del gruppo che Gori dirige da vari anni. Gran parte delle pagine dei due volumetti fungono da attento corredo e commento alla presentazione dei brani esposti nel supporto sonoro. Ma come spesso ama e sa ben fare Gualtiero, si permette al lettore di entrare in alcuni spaccati di memoria individuale e collettiva attraverso il riporto commentato di interviste dei testimoni della civiltà marinaresca di un porticciolo dell'altro Adriatico. Sull'esile filo tra etnografia e storia orale del testo, l'ascoltatore quando si pone a udire i brani si accorge che il lavoro si muove zigzagando fra brani tradizionali veri, frutto di registrazioni di campo presso i vecchi interpreti, e di entusiastica riesecuzione di musiche strumentali e di canti popolari e popolareschi (in dialetto e in lingua).

Agli stilemi vocali tipici della tradizione, adattati secondo gli esecutori e la tipologia del canto, rispondono i "ragazzi" dell'Uva Grisa con interpretazioni enfatizzate e riarrangiate con il gusto ormai consolidato del folk-revival. Le voci sono talvolta poco selezionate e curate, l'empatia per il lavoro di reinterpretazione aggiunge quella tipica esagerazione di chi recita amplificando i canoni espressivi.
Sono già diverse in Italia le pubblicazioni "miste", che tendono a mescolare il tradizionale e il rivisitato; tale scelta produce alcune conseguenze:
1) può confondere i non-etnomusicologi professionali e dare ai non addetti un concetto confuso di modi esecutivi, riducendo in loro il discernimento critico fra tradizione e rielaborazione, che restano spesso ben distanti;
2) introducono una concezione più ampia e nuova di musica popolare, nella quale si prendono in considerazione le trasformazioni della modernità, pronte a sostituire stili esecutivi, concezioni e funzioni della musica della civiltà agro-pastorale ormai quasi del tutto tramontata con modi mutuati da altri generi musicali, dal folklorismo e dal mondo della musica leggera dialettale.

GUALTIERO GORI, La barcàzaCanti popolari dei pescatori di Bellaria Igea marina e balli di tradizione della Romagna eseguiti dall'Uva Grisa, Rimini, Panozzo Editore, 2008, pp. 94.

Info Utilità Con noi Contatti
Mappa del sito
Domande frequenti
Notizie
Recensioni
Catalogo
Blog
Download
Link
Gallery
Facebook
Twitter
You Tube
Multimedia
Contattaci